SANTA BALBINA

Facciata della chiesa di Santa Balbina

  La chiesa di Santa Balbina, situata nei pressi delle terme di 
  Caracalla,  stata costruita utilizzando come base un edificio
  preesistente, formato da una sala absidata con tre finestre, e
  sulle cui pareti sono presenti due serie di nicchie rettango-
  lari e semicircolari divise tramite pilastri. Tale aula  stata
  datata intorno alla seconda met del IV secolo  presenta un
  doppio tipo di muratura, in opera listata la parte bassa e in 
  laterizio la parte superiore; la luce doveva provenire da due
  serie di finestre (12 in tutto) situate nella parte alta delle pa-
  reti. Sulla facciata doveva esserci un portico sorretto da co-
  lonne che in seguito sono state sostituite da pilastri.
  Si suppone che la struttura dovesse far parte della domus 
  Cilonis, la villa donata da Settimio Severo al console L. F. 
  Cilone; tale ipotesi  confermata dalla pianta della Forma
  Urbis e da un'iscrizione su un tubo di piombo. 
  Sempre alla stessa struttura dovrebbero appartenere alcuni
  resti in reticolato e laterizio visibili nel convento della chiesa.

VERSIONE SOLO TESTO

HOME