TABULARIUM

  Situato sul colle del Campidoglio, si trova sotto l'edificio 
  del Palazzo Senatorio che sfrutta proprio come parte del-
  la struttura i resti di quello che i Romani utilizzavano co-
  me archivio di stato. Il Tabularium venne costruito dal-
  l'architetto ostiense Lucio Cornelio nel 79 a.C. per ordine 
  del Senato e per incarico del console Lutazio Catulo.
  L'edificio  lungo 73.6 metri e costruito in filari regolari di
  blocchi di tufo e peperino, che fa da basamento elevandolo
  fino alla piazza situata dietro (la piazza dell'Asylum). 
  Sul muro si trovano sei piccole finestre relative a una serie 
  di ambienti raggiungibili da una scala, ancora ben conser-
  vata, che saliva da una porta in seguito chiusa al momento 
  della costruzione del Tempio di Vespasiano e Tito. 
  Dal lato del Foro il Tabularium mostrava la sua forma con 
  dieci arcate di cui tre oggi sono visibili (delle altre arcate 
  si possono riconoscere gli attacchi), tutte inquadrate da 
  semicolonne doriche di peperino con capitelli, architrave e
  fregio a triglifi e metope in travertino.
  Dietro le arcate si trova una galleria usata nel Medioevo 
  come deposito di sale, suddivisa in settori che fanno capo
  ad ogni arcata e sono coperti da una volta a padiglione.
  Al di sopra della galleria vi era un altro piano con portico
 formato da colonne corinzie in travertino i cui resti sono 
  visibili di fronte al Portico degli Dei Consenti.

VERSIONE SOLO TESTO

HOME