COLOSSEO

  L'Anfiteatro Flavio, meglio conosciuto col nome di Colosseo,
  Ŕ uno dei monumenti di epoca romana pi¨ famosi nel mon-
  do.
  Il nome Colosseo deriva dall'enorme statua bronzea di Nero-
  ne che venne eretta nelle vicinanze e che, vista la grandezza,
  era conosciuto come il Colosso di Nerone.
  La costruzione dell'anfiteatro venne avviata da Vespasiano 
  ma completata da Tito nell'80 d.C. e aperta al pubblico con 
  una solenne inaugurazione durata ben cento giorni di cui ri-
  mangono delle descrizioni nelle cronache antiche. 
  Il Colosseo venne costruito con lo specifico scopo di dare al-
  la  Roma un luogo degno della fama dei suoi giochi gladia-
  torii che venivano in precedenza svolti nell'edificio prov-
  visorio in legno fatto costruire da Nerone nel Campo Marzio
  dopo che il vecchio anfiteatro di Tito Stanlio Tauro and˛ di-
  strutto nel famoso incendio del 64 d.C.
  In precedenza i giochi erano svolti o nel Foro Romano o nel 
  Foro Boario che venivano dotati per queste occasioni di strut-
  ture mobili.
  Durante tutto l'Impero il Colosseo ebbe ripetutamente inter-
  venti di restauro dovuti a causa di incendi e terremoti: sono
  da ricordare interventi da parte di Antonino Pio, di Elioga-
  balo e Alessandro Severo, quest'ultimo restauro dovuto a 
  causa di un disastroso incendio nel 217 d.C., e altri restauri,
  commemorati da epigrafi, dopo il terremoto del 443 d.C.
  Dopo il 523 d.C. non si hanno altre notizie di spettacoli; il 
  Colosseo inizi˛ la sua fase di degrado di rovina  che trasfor-
  m˛ l'anfiteatro in una cava di materiali per le costruzioni.
L'ESTERNO DEL COLOSSEO
L'INTERNO DEL COLOSSEO
L'ARENA E I SOTTERRANEI DEL COLOSSEO

VERSIONE SOLO TESTO

HOME