COLOSSEO: L'INTERNO - LA DISPOSIZIONE DEI POSTI

  Essendo spettacoli pubblici, l'ingresso all'arena per vedere
  i giochi era libero.
  I cittadini per entrare possedevano un contrassegno sul quale
  veniva riportato il posto assegnato e il percorso da seguire 
  per raggiungerlo: il numero dell'arcata di ingresso, quello 
  del maenianum, del cuneo (lo spicchio di arena in cui i mae-
  niana era divisi), e infine il numero del gradino. Il posto era 
  situato in settori destinati a ben precise classi sociali,  giÓ re-
  golamentati all'epoca di Augusto: ai senatori era destinata la
  prima fascia del podium; ai cavalieri era destinata la prima 
  fascia del primo maenianum, posto immediatamente sopra a
  quello dei senatori. 
  La suddivisione era garantita da iscrizioni, incise sui gradini,
  che indicavano le magistrature, le classi sacerdotali, le cate-
  gorie sociali o i gruppi etnici ai quali era assegnato il posto.
  Grazie ad alcune epigrafi si sono potuti riconoscere i posti 
  assegnati agli ambasciatori e ai diplomatici (definiti come 
  hospites) oppure la loro origine etnica; altri frammenti docu-
  mentano i posti speciali destinati ai giovani praetextati (i
  giovani non ancora giunti all'etÓ virile e ai doveri civili in-
  dossavano la toga praetexta) e quelli per gli insegnanti di
  scuola (paedagogi puerorum).
  Un testo datato per l'anno 80 d.C. ha fatto conoscere i posti ri-
  servati ai membri del collegio sacerdotale degli Arvali, sepa-
  rati e distinti per settori (partendo dal podium fino ai gradini
  lignei) a seconda del grado rivestito all'interno del collegio.
  I senatori avevano posti nominali sui quali veniva trascritto 
  per esteso il nome gentilizio, come documentato dai blocchi
  marmorei iscritti, in origine situati lungo il margine del po-
  dio come parapetto e oggi posti intorno all'arena. Sulla fron-
  te Ŕ la dedica per i restauri effettuati alla cavea dal prefetto 
  di Roma Flavio Paolo nella metÓ del V secolo. Sul retro sono
  le epigrafi dei nomi di alcuni senatori in corrispondenza dei
  posti di appartenenza della prima fila.
  In altri casi i nomi erano incisi sul bordo superiore dei gra-
  dini di marmo, e venivano progressivamente abrasi e sosti-
  tuiti con lo scorrere degli anni: quelli ancora leggibili appar-
  tengono alla classe senatoria della fine del V secolo, l'ultima
  a partecipare agli spettacoli.

  INDIETRO L'INTERNO DEL COLOSSEO










VERSIONE SOLO TESTO

HOME