COLONNA TRAIANA

  Situata nel Foro di Traiano, questa colonna onoraria venne
  inaugurata nel 113 d.C.
  Alta 29,74 metri (40 metri se si considerano anche il basa-
  mento e il capitello), la colonna  formata da 18 grandi tam-
  buri sovrapposti (alti 1,5 metri con un diametro di 3,5 metri)
  in marmo di Carrara scavati all'interno per realizzare una 
  scala a chiocciola che porta fino al piccolo terrazzo posto 
  sopra il capitello dorico. Alla sommit della colonna era po-
  sta la statua di Traiano andata persa nel Medioevo e sosti-
  tuita nel 1587 (all'epoca di papa Sisto V) con l'attuale statua 
  di San Pietro. La colonna poggia su un basamento a forma
  di dado su uno zoccolo coronato da una cornice con agli an-
  goli quattro aquile che reggono dei festoni e ornato su tre
  lati da rilievi di armi e insegne daciche. Sul quarto lato, quel-
  lo principale,  posto un pannello retto da due Vittorie e re-
  cante un'iscrizione dedicatoria. All'interno del basamento,
  accessibile tramite una porta posta sotto l'iscrizione, era cu-
  stodita l'urna d'oro contenente le ceneri di Traiano.
  Lungo il fusto della colonna si svolge a spirale con 23 giri un
  fregio a rilievo (lungo circa 200 metri per un'altezza che va-
  ria, in funzione della prospettiva, dai 90 cm a 1,15 metri); que-
  sto fregio illustra le fasi pi importanti delle guerre condotte
  da Traiano contro i Daci (che abitavano l'odierna Romania)
  nel 101-102 e nel 105-106 d.C.
  Il fregio, nel quale sono state contate circa 2500 figure (Traia-
  no  presente in una sessantina di scene),  stato realizzato 
  come un rotolo che si svolge attorno al fusto della colonna
  la cui visione era facilitata dalla vista che si poteva avere 
  dalle terrazze delle due biblioteche e della Basilica Ulpia, 
  poste ai fianchi della colonna. 

VERSIONE SOLO TESTO

HOME